“FARÁ LORO GIUSTIZIA PRONTAMENTE”  

(Luca 18,1-8)

Nella parabola Gesù parla di un giudice sfrontato e disonesto che non teme Dio, ma che agisce senza considerazione per il prossimo.
Tuttavia, a fronte delle insistenti richieste di una vedova, cede non per misericordia, ma per evitare ulteriori molestie e fastidi.
Non agisce così però il Padre, vero Giudice, che ascolta il grido dei suoi figli e spera che si conservino integri nella fede.
Quale è il comportamento di chi non teme Dio? Come si comporta dinanzi alle richieste del prossimo?
Cosa ci invita a fare Gesù quando abbiamo bisogno di aiuto? Siamo misericordiosi verso il prossimo, anche quando la sua richiesta è insistente?