DANTE COMPAGNO DELLA VITA E DELLA FEDE

Papa Francesco il 25 marzo scorso ha scritto una Lettera apostolica Candor Lucis aeternae (Splendore della Luce eterna) su Dante definendolo “profeta di speranza e testimone della sete di infinito insita nel cuore dell’uomo”. 

L’opera di Dante è parte integrante della nostra cultura, ci rimanda alle radici cristiane dell’Europa e dell’Occidente, rappresenta il patrimonio di ideali e di valori che ancora oggi la Chiesa e la società civile propongono come base della convivenza umana, in cui possiamo e dobbiamo riconoscerci tutti fratelli. 

In questo particolare momento storico, segnato da molte ombre la figura di Dante può aiutarci ad avanzare con serenità e coraggio nel pellegrinaggio della vita e della fede. 

Non a caso Dante intraprende il suo viaggio sotto la protezione di “tre donne benedette”. 

La Madre di Dio, figura della carità; Beatrice, simbolo di speranza; santa Lucia, immagine della fede. 

M. Mambelli