CHI È GESÙ (POESIA 74)

Un uomo andava in riva al lago,
allorché da lontano si levò una voce:
“Ecco l’Agnello di Dio,
ecco Colui che toglie i peccati del mondo!”
Era Giovanni che, per voler di Dio,
riconosciuto aveva l’atteso suo Messia.
Quell’Uomo era Gesù, il divin Maestro,
che, per la prima volta, si vedeva fra la gente.
Egli, già trentenne, lasciata madre a casa,
andava ora in mezzo al popolo,
a chiamare, parlare, e cominciare
la Sua missione d’amore e pace.

Chiama dodici rozzi e ignoranti pescatori,
ed essi, lasciata la barca e la famiglia.
Lo seguono per tre lunghi anni
fino alla Sua dolorosa morte in croce.

Quei pescatori, da Lui istruiti e trasformati,
diventar la solida base di una chiesa
nuova, efficiente, pronta a seguire
gli insegnamenti dal divin Maestro.
Gesù è colui che spiega le scritture antiche,
che chiama i lontani e sana i malati;
la Sue Parole, forte ed incisiva,
sente e commuove i cuori più induriti.
Ed ora, dopo duemila e più anni
egli è vivo e operante in mezzo a noi,
sempre operante nelle miserie umane
perché tanto ci ama e ci vuol santi.
Va anche oggi per città e paesi a chiamare
color che continuar dovranno
la Sua missione santa e divina,
per portare a tutti la Parola di vita,
il cibo divino, l’esempio d’una vita sublime,
ed esser di sprone a tutta la gente,
che in Lui, come Lui, una luce perenne,
Incontriamo anche noi il Maestro Gesù,
il Santo dei Santi, il Figlio di Dio,
venuto in terra a insegnare e soffrire,
per trasformare gli uomini e il mondo.
Gesù è colui che ci ha fatto conoscere il Padre,
che ci ciba del Suo Pane divino;
è il Dio che cammina al tuo fianco,
e attento ascolta le tue preci devote,
è il modello da imitare e seguire,
il Maestro, il Salvatore, la Vita.

Francesca Li Calsi

04.07.1997