SAN FRANCESCO DA PAOLA

Una vita costellata di miracoli.

Circa sei secoli fa un povero frate, lacero e smagrito dai lunghi digiuni, proveniente da Cosenza, giunto nei pressi di Reggio Calabria domandò  ad alcuni barcaioli di traghettarlo oltre lo stretto per recarsi in Sicilia. Al rifiuto  di questi, il frate stese il mantello sull’ acqua, vi salì sopra e con quella insolita imbarcazione si allontanò dalla riva veleggiato verso il porto di Messina. Tutta la vita di questo austero Santo è costellata di miracoli. La sua fama aveva valicato le Alpi e il re di Francia, Luigi XI, chiese al Papa che gli inviasse il Santo affinché lo guarisse dalla grave malattia che lo aveva colpito. L’ umile frate compì il lungo viaggio fino a Parigi: al sovrano non restituì la salute del corpo, ma quella dell’ anima, conciliando con Dio e disponendo ad accertarne la divina volontà. Francesco, nato a Paola, vicino Cosenza, nel 1416, all’età di 13 anni aveva vestito l’abito francescano, ma due anni più tardi era sparito dalla circolazione. Trascorsero alcuni anni prima che un cacciatore ne scoprisse il rifugio tra le aspre montagne nei pressi di Cosenza. La fama della sua santità e dei suoi miracoli attirò al suo seguito numerosi giovani desiderosi di seguirne l’ esempio. Ai suoi discepoli, gli Eremiti di San Francesco da Paola o Minimi, lasciò un invito alla penitenza, riducendo il loro menù a pane, pesce, acqua e verdura. Le dure penitenze non accorciarono però la vita di Francesco, che visse fino a 91 anni. Morì il Venerdì Santo, 2 aprile 1507, durante il suo soggiorno in Francia.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *