“L’ACQUA” BENE PREZIOSO E INSOSTITUIBILE

Si celebra il primo settembre del 2019 la “XIV Giornata Mondiale del creato”. Un’occasione per riflettere a 360 gradi sull’importanza di salvaguardare la natura e l’ambiente in cui viviamo. Per farlo serve un’azione coordinata e solidale. È necessario intervenire, infatti, sia a livello personale sia a livello comunitario, e occorre far presto. Il creato soffre e in alcune zone la situazione si fa insostenibile. Ma se il creato soffre, la vittima predestinata a soccombere è l’uomo, al tempo stesso vittima e carnefice. La natura che deturpa per motivi economici, sociali ed egoistici non manca mai di presentare il conto, ma purtroppo i primi a pagare sono sempre i poveri. Tra i tanti attentati perpetrati contro il creato, uno in particolare è estremamente dannoso per la salute dell’umanità. Papa Francesco, nel messaggio per la giornata mondiale del 2018, sottolineò l’importanza di salvaguardare un bene prezioso e insostituibile:  l’acqua. “È doveroso ringraziare il Creatore – scrisse – per l’imponente e meraviglioso dono delle grandi acque e di quanto contengono  (cfr Gen 1, 20-21; Sal 146, 6) e lodarlo per aver rivestito la terra con gli oceani (cfr Sal 104, 6)”. Senza l’acqua la vita sulla terra non è possibile, eppure tante popolazioni nel mondo soffrono per la sua carenza, eppure per la sua non potabilità. E questo genera tensioni, squilibri e anche violenze. Le cose devono cambiare, e anche noi possiamo fare la nostra parte, usando in maniera oculata questo bene prezioso e promuovendo una cultura rispettosa e attenta al suo corretto uso, per evitare sprechi e impieghi non conformi alle esigenze di una fraterna comunione e condivisione. 

NICOLA GORI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *