BEATO GIACOMO CUSMANO

Medico del corpo e dello spirito.

Nato a Palermo il 15 marzo 1834, Giacomo perde la madre quando ha appena 3 anni. Fin da bambino manifesta un forte interesse per i poveri, i bisognosi e per l’ ideale missionario. Si laurea in Medicina e per quattro anni esercita la professione, curando gratuitamente coloro che non possono permettersi di pagare una visita medica. Sentendo forte il desiderio di fare qualcosa di più per gli altri, nel 1860 diventa sacerdote. Nello svolgimento del suo ministero, manifesta subito una particolare predilezione per i poveri e a poco a poco si uniscono a lui molti collaboratori affascinati dal suo esempio. Il suo impegno è alimentato dalla convinzione che «quello che si fa a uno dei fratelli più piccoli lo si fa a Dio», e nel volto del povero riconosce quello di Gesù. Nel 1867 dà vita all’ associazione del “ Boccone del Povero”, che ha come fine quello di «propagare la fede per mezzo della carità» e fonda una comunità religiosa femminile incaricata di portare avanti l’ Opera: le Suore Serve dei Poveri. Nel 1887 si aggiunge anche il ramo maschile, i Missionari Servi dei Poveri. Muore il 14 marzo 1888, a soli 54 anni, a causa di una pleurite. Il 30 ottobre 1983 è proclamato beato da san Giovanni Paolo II.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *