SAN MARCO EVANGELISTA

Uno dei primi battezzati da Pietro.

Conosciamo qualcosa della vita dell’evangelista grazie ad alcuni testi del Nuovo Testamento e alle testimonianze degli antichi scrittori ecclesiastici. Marco si presenta con doppio nome: Giovanni, di tradizione ebraica, e Marco, di tradizione romana. Ebreo di origine, nasce probabilmente nell’odierna Cirene, capitale della Cirenaica, nella Libia attuale, da famiglia benestante. San Pietro, che lo chiama «figlio mio», lo porta certamente con sé nei viaggi missionari in Oriente e a Roma, dove scrive il Vangelo. Marco incontra san Paolo nel 44, quando questi insieme a Bàrnaba porta a Gerusalemme la colletta della comunità di Antiòchia. Al ritorno, Bàrnaba è accompagnato da Marco, che più tardi si troverà al fianco di Paolo a Roma. Nel 66 san Paolo ci dà l’ultima informazione su Marco, scrivendo dalla prigione romana a Timòteo: «Porta con te Marco. Posso aver bisogno dei suoi servizi». Dopo la morte di Bàrnaba, di Pietro e Paolo, a Marco appare Gesù che lo invita a partire per l’Egitto. Quando si trova ad Alessandra, i suoi avversari lo sorprendono mentre celebra il sacrificio eucaristico e lo arrestano. Marco muore il giorno successivo, è il 25 aprile del 68. Nell’828 due mercanti veneziani portano le sue spoglie nella loro città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *