SAN GIOVANNI BATTISTA PRECURSORE DEL 1° SECOLO

Giovanni Battista è il Santo della rettitudine, perché solo la rettitudine può fare da battistrada alla santità. 

E Giovanni Battista è il precursore di Gesù, colui che battezza con l’acqua. Il figlio di Elisabetta e Zaccaria annunzia la venuta di Gesù e li invita ad accogliere il Figlio di Dio. 

“Raddrizzate nel deserto le vie del Signore!” con questa espressione Giovanni voleva dire raddrizzare i sentimenti nel deserto del cuore; rettificare i pensieri nel deserto dell’anima; in una parola, essere retti nelle intenzioni e nelle opere; nel cuore e nella mente, nella coscienza e nell’anima. 

Giovanni da giovane si ritira nel deserto, indossa una veste di pelle di cammello, stretta ai fianchi con una cinghia di cuoio. Si nutre di locuste e di miele selvatico. 

Predica la conversione e la sua fama di profeta si espande sempre di più. Un giorno anche Gesù si presenta alla predicazione di Giovanni e chiede di essere battezzato nelle acque del Giordano. 

Giovanni Battista compie quel rito e poi ai suoi discepoli dice: “Ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo”. 

Da quel momento inizia la predicazione di Gesù e su Giovanni dice: “fra i nati di donna, non v’è nessuno più grande di Giovanni Battista”. Egli infatti non è una canna sbattuta dal vento, ma un uomo retto; amante della verità. “Non ti è permesso” così Giovanni rimprovera il Re Erode che convive con Erodiade, sua cognata ed è di pessimo esempio per il popolo ebreo. 

Erodiade lo fa imprigionare e poi istiga la sua figlia Salomè a chiedere la testa del Battista (Matteo cap.14). 

È la testa dell’uomo retto, che non si è piegato come un giunco, che non si è curvato come una canna, e che solo la spada ha potuto troncare dal busto. 

È la testa dell’uomo più grande del mondo e della storia, perché battistrada della verità, e precursore, nel mondo, dell’Uomo-Dio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *