LA CARITÁ È LA VITA DI DIO – Prima Parte

La Trinità Padre-Figlio e Spirito Santo le tre persone divine è la verità più profonda della esistenza umana, che attinge la sua pienezza nell’amore vicendevole facendo propria la misura dell’amore di Gesù: “Questo è il mio comandamento che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati” (Gv 15,12). Nel dono di sé, la cui fonte è l’amore di Dio si sintetizza tutta la vita cristiana. Con il segno della Croce ci ricordiamo della totale donazione di Gesù all’umanità.

Li Gesù ci mostra la misura senza misura del suo amore. Se è vero che la Trinità è la nostra patria definitiva, è altrettanto vero che “i Tre” (Padre –Figlio e Spirito Santo) sono i nostri più fedeli compagni, e ci invitano ad essere pienamente solidali con tutti, come lo sono essi.

Quando diciamo “comunione”, pensiamo a quel dono dello Spirito per il quale l’uomo non è più solo né lontano da Dio, ma è chiamato ad essere parte della stessa comunione, che lega fra loro il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo ed è contento quando trova delle persone che sperimentano la fraternità e il mistero profondo di Dio.

Lo Spirito Santo genera nella Chiesa doveri ed impegni e diventa programma di vita cristiano.

“Le comunità cristiane sono chiamate ad essere luoghi in cui l’amore di Dio per gli uomini può essere in qualche modo sperimentato e quasi toccato per mano” (Giovanni Paolo II).

Educarci alla comunione è un impegno generale e permanente e la più evidente controtestimonianza, la mancanza della carità, annulla ogni azione evangelizzatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *